Porrata

Ingredienti per 6 persone:

  • porri 800gr
  • farina 300gr
  • lievito 20gr
  • 3 uova
  • rigatino 80gr
  • olio extravergine
  • sale e pepe q.b.

 

Mettete la farina a cratere e al centro ponete il lievito precedentemente sciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida, un uovo , 4 cucchiai d’olio e il sale. Lavorate bene l’impasto fino ad ottenere una palla consistente, e lasciatela riposare per un’ora. Pulite i porri, lavateli e tagliateli a rotelline fino alla fine del bianco. Mettete i porri in una teglia con 4 cucchiai d’olio, salateli e cuoceteli a fuoco basso fino a che non saranno ammorbiditi. Lasciate freddare e aggiungete le altre uova con un pizzico di pepe. Ungete con il burro una teglia da forno di circa 25 cm di diametro, stendete sul fondo e sui bordi la pasta, sopra il rigatino tagliato a fette molto sottili e ricoprite con i porri. Mettete in forno a 180° per circa mezz’ora e la porrata sarà pronta.

 

Curiosità

Questa torta di porri discende dalla trecentesca “porrèa”. Il piatto era talmente apprezzato che aveva dato il nome ad una funzione religiosa e ad un pranzo che si svolgevano nel mese di agosto. Allora non era certo considerato un antipasto, come oggi, che costituisce uno stuzzicante inizio. Per porrèa si intende anche una minestra di passato di porri, e proprio per questo sembra che la parola “purea”, che comunemente viene fatta discendere dal francese “purée”, non sia altro che una discendente della vellutata fiorentina.

I PRODOTTI DEL MESE